Una mattina giunge l'eco delle bombe
l'adrenalina in corpo con la rabbia che mi spinge
a protestare far saltare tutto in aria
ma è arrivata la notizia: è una guerra umanitaria

E protestando poi mi son trovato solo
è una belva sanguinaria va rasa al suolo
lanceremo solo bombe con testata intelligente
quattro giorni ed è finita tanto tu non senti niente

Anestetizzato dalla N.A.T.O.
mi sento sollevato
ma rischio di confondermi
tra profugo e immigrato
se dei lavavetri faccio volentieri senza
il profugo lo accetto perchè lava la coscienza

Terrorista N.A.T.O.
Terrorista N.A.T.O.
Terrorista N.A.T.O.
Terrorista N.A.T.O.

Guerra finita tutto torna come prima
gli aiuti umanitari ridotti alla rovina
e per magia o forse solo per destino
il profugo ritorna ad esser clandestino

Ipnotizzato dalla N.A.T.O.
mi sento sollevato
ma rischio di confondermi
tra profugo e immigrato
se dei lavavetri faccio volentieri senza
il profugo lo accetto perchè lava la coscienza

Terrorista N.A.T.O.
Terrorista N.A.T.O.
Terrorista N.A.T.O.
Terrorista N.A.T.O.

Enviar Tradução Adicionar à playlist Tamanho Cifra Imprimir Corrigir