Sì che ti ho riconosciuto qui dagli occhi che già non vedevano così lontano quando un palloncino ti scappò di mano e volò e volasti pure tu... sì sei tu gli stessi identici occhi miei ma in grande o forse solo con un po' di più d'incanto son cresciuti intanto e pieni di domande e son rimasti miopi fino a qui...

Siamo sì vivi anche se un po' cambiati siamo morti e poi più volte noi rinati come fingevamo se stavamo giù
sotto la coperta come fiamma saltavamo su nella scoperta del sorriso sul viso di mamma...

A Cla' lì ho lasciato te così per un altro me ma sì sono stato troppo via con questa troppa nostalgia
di me quand'ero te...

A Cla' tu sì che eri un re io no mai più come te
noi che trovavamo tutto in niente e adesso c'è
niente in tutto e nessun re...

Vedi questo telo alzato tra noi due è la vita
che tu hai sempre visto come un bel ricamo
io di qua da uomo so la trama ordita
odio e amo tra i suoi no e i suoi sì...

Siamo qui forse appena un po' più stanchi
fieri perché no di quei capelli bianchi
a implorare il tempo come un tempo in cui
c'era la paura della mano di papà prima della puntura
e di una porta aperta piano piano...

A Cla' com'è andata poi sai se abbiamo vinto noi
perché io so solo che con te di nuovo so sorridere
e un giorno imparerò anche a vivere...

A Cla' ci risiamo già lo so che è finita qua
io ero lì per riprenderti e dovrò riperderti
chissà se ci rivediamo a Cla'
forse un tempo forse là
quando ci riandiamo a Cla'...

Enviar Tradução Adicionar à playlist Tamanho Cifra Imprimir Corrigir