exibições 169

Za Maria

Kalamu


(test. e mus. paolo farace)

Alliscia a mia alliscia a tia
alliscia a gatta i za maria
sutta u patruni ligava lu granu
ma da nissunu la putia vidi
innamurata di nu beddi giovani
ca cu tutti u cori spusari vulia
ma a poviredda non avia la doti
e lu giovinotti la duvetti lassari
lu cori suo si feci tantu mali
picchì chiddu era lu primo amuri
a menzojuorni di chiddu juorni
fu muzzicati e cominciò a ballari

stu petti e fatti/cimbali d'amuri
tasti li sensi/mobili e accorti
cordi li chianti/sospiri e dolori
rosa èlu cori miu/feritu a morte
straci è lu ferru/chiai so li mia ardori
marteddu è lu pensieri/e la mia sorte
masta è la donna mia/ca tutti l'uri
cantando canta leta/la mia morte

fora alla casa chjno di gente
dinta la stanza dui cannili accisi
u letti scunzati e li parenti
c'ansiosi aspettano a parola du sant'
e lu barbieri u capu sunatur'
a miludia s'immischia u vileno
sbatta la capa a tempo di musica
striscia li spaddi come a naserpa
i capiddi niviri supra alla faccia
e' divintata a bestia ca balla
e mo e mo zumpa all'impidi
e pigghja i coluri e pigghja li suoni

stu petti e fatti/cimbali d'amuri
tasti li sensi/mobili e accorti
cordi li chianti/sospiri e dolori
rosa èlu cori miu/feritu a morte
straci è lu ferru/chiai so li mia ardori
marteddu è lu pensieri/e la mia sorte
masta è la donna mia/ca tutti l'uri
cantando canta leta/la mia morte

passa tutto arriva l'annu dopo
e lu rimorso pigghia tutto lu corpo
e jidda balla balla balla…

Enviar Tradução Adicionar à playlist Tamanho Cifra Imprimir Corrigir

Posts relacionados

Ver mais no Blog